17.09.2019|EMO 2019 - Automazione

Automazione redditizia e senza compromessi

Con la costante automazione del suo portafoglio macchine e la relativa concatenazione tramite soluzioni digitali, DMG MORI disegna la strada per una produzione orientata al futuro.

  • 29 dei 45 modelli in esposizione alla EMO hanno soluzioni di automazione altamente innovative
  • LPP 160: Magazzino pallet lineare con capacità di trasporto fino a 8 t e per pezzi fino a ø 2.100 mm
  • DMU 200 Gantry con WH 210: aumento della produttività fino al 95%
  • MATRIS: gestione pezzi intelligente per componenti fino a 20 kg
  • WH Flex: personalizzazione in base alle esigenze dei clienti grazie a una struttura modulare
  • PH-AGV 50: sistema di trasporto senza conducente con massima libertà di layout e semplicità di espansione
  • Controllo e gestione con LPS 4
  • Robo2Go Vision: automazione robotizzata con innovativo sistema di videocamere
  • DMG MORI Digital Twin: messa in servizio con un risparmio di tempo fino all’80%
Automation products
Oltre a soluzioni completamente integrate e personalizzabili, il portafoglio di DMG MORI comprende 51 sistemi di automazione standard. Già oggi quasi tutte le macchine DMG MORI possono essere automatizzate.

In occasione della EMO, DMG MORI presenta 29 delle sue 45 macchine esposte con soluzioni di automazione altamente innovative: dal concetto modulare WH Flex con Digital Twin al sistema di trasporto senza conduce PH-AGV 50.  Un’offerta allineata alla strategia aziendale: DMG MORI intende proporre tutte le macchine utensili in portafoglio come soluzioni automatizzate, per soddisfare al meglio una domanda in forte crescita. Questo ambito, infatti, è in costante espansione, sia con riferimento alle soluzioni di automazione integrate, che nella predisposizione delle relative interfacce. Già entro il 2022, l’80% del parco macchine DMG MORI sarà automatizzato. È per questo che lo sviluppo delle soluzioni di automazione ha assunto la medesima importanza dell’ideazione di nuovi modelli di macchine.

DMU 200 Gantry
With the WH 210 on a DMU 200 Gantry, DMG MORI enables handling of up to 2,000 x 1,350 mm large workpieces.

Il crescente fabbisogno di soluzioni di automazione riguarda l’intero portafoglio di prodotti DMG MORI: dalla gestione pezzi per piccoli componenti al cambio pallet per i componenti di più grandi dimensioni. Nello stabilimento produttivo polacco della FAMOT, DMG MORI mostra chiaramente come concatenare tre DMC 210 U duoBLOCK con il sistema LPP 160. Il magazzino pallet lineare con pianificazione flessibile è concepito per pallet da 1.600 x 1.600 mm e pezzi con diametro massimo di 2.100 mm e altezza di 1.400 mm e offre una capacità di trasporto fino a 8 tonnellate. E con un WH 210 su una DMU 200 Gantry, DMG MORI permette di gestire pezzi grandi fino a 2.000 x 1.350 mm. Sinonimo di notevole riduzione dei tempi passivi, questa soluzione di automazione si rivolge ai clienti dei settori aerospace, ingegneria meccanica e automotive e consente di aumentare la produttività anche del 95%.

Soluzione di automazione integrata in processi completi

Per DMG MORI, queste e altre soluzioni di automazione sono sempre parte integrante di un processo produttivo completo. Il costruttore di macchine utensili concretizza questo approccio tramite la DMG MORI HEITEC, il cui obiettivo è così riassunto dall’Amministratore delegato Markus Rehm: “Progettiamo e realizziamo la concatenazione di tutte le fasi di processo con punto focale l’automazione. Insieme a DMG MORI offriamo una soluzione coerente e sicura, dalla progettazione all’attrezzaggio, dagli utensili ai programmi CN, fino all’automazione integrata e al collegamento al mondo di Internet delle cose.” La gamma di servizi è accompagnata da una consulenza esaustiva, dall’ideazione all’offerta, fino alla messa in servizio. “In questo modo c’è un unico referente, anche per l’assistenza, la manutenzione e i ricambi.”

 

DMG MORI HEITEC amplia il portafoglio prodotti di DMG MORI con soluzioni di automazione standardizzate per la gestione pezzi e soluzioni di automazione flessibili. Fra queste rientrano WH Cell per i centri di lavoro e i torni, e WH Top e WH Front per i torni della serie CTX beta. “Dalla costituzione di DMG MORI HEITEC nel dicembre 2017, abbiamo realizzato con successo svariate decine di progetti”, sottolinea Markus Rehm riferendosi alle soluzioni robotizzate già installate. “In questo modo abbiamo contribuito ad aumentare notevolmente l’autonomia e la disponibilità nella produzione dei nostri clienti.” In fatto di gestione pallet – che rappresenta il 60% del volume delle automazioni – la responsabilità dello sviluppo è in capo allo stabilimento DMG MORI di Pfronten, mentre “l’automazione flessibile Robo2Go arriva dalla sede di Bielefeld.”

MATRIS
MATRIS workpiece handling

MATRIS: ampia gamma di allestimenti modulari

La personalizzazione dell’offerta in base ai requisiti di automazione consente di applicare il sistema di gestione MATRIS per pezzi fino a 20 kg. Questa soluzione è disponibile con diverse pinze e può essere combinata con moduli periferici standardizzati, fra cui quelli di lavaggio, misurazione, immagazzinamento o visualizzazione. Lo sviluppo strutturato dei programmi dei robot e le funzioni teach consentono un rapido avvio della produzione in serie. E non servono nemmeno conoscenze di programmazione dei robot, visto che tutto può essere impostato su CELOS tramite i cicli nelle maschere di inserimento. A collegare le varie periferiche è un computer centrale, LPS 3, che facilita anche le attività di manutenzione e comando. MATRIS è disponibile per i torni delle serie NLX e NZX fino al modello 2500, per i centri di lavoro verticali delle serie CMX V (MAPPS) e NVX 2nd Generation fino al modello 5100 e per le NHX 2nd e 3rd Generation (MAPPS) fino al modello 5500.

WH Flex: gestione versatile di pezzi e pallet

WH Flex
The WH Flex enables customization with its modular design.

Alla EMO, DMG MORI presenterà anche l’ultimo arrivato nel portafoglio prodotti: il concetto WH Flex. Si tratta di una soluzione di automazione molto flessibile e modulare, concepita per la gestione sia dei pezzi che dei pallet. Grazie alla sua struttura modulare, WH Flex è facilmente adattabile alle esigenze dei clienti e può essere collegato a un massimo di nove torni o fresatrici. “Con questa soluzione siamo in grado di soddisfare al meglio i requisiti personali e peculiari dei singoli clienti”, afferma Markus Rehm. “Partendo dalla configurazione di base, il sistema modulare di WH Flex offre numerose opzioni standard che ci permettono di creare la soluzione ottimale per il cliente.” Questi moduli comprendono diversi sistemi di immagazzinamento, come scaffali, magazzini automatici o stazioni pallet, nonché le più svariate versioni di pinza e cambio pinza. “A completare il sistema sono altre opzioni, come la rimozione di pezzi SPC, le stazioni di allineamento e ribaltamento e una stazione di lavaggio, nonché diversi accessori per la marcatura laser o la misurazione.” Il parametro di riferimento è un’automazione senza compromessi a condizioni economicamente vantaggiose. DMG MORI ha pensato anche alla facilità di controllo: “Il DMG MORI CELL CONTROLLER offre un’interfaccia utente intuitiva con gestione ordini intelligente e una programmazione reticolare per la massima semplicità di apprendimento e messa a punto di nuovi pezzi.”

PH-AGV 50
Il sistema di trasporto senza conducente PH-AGV 50 (Automated Guided Vehicle) si muove autonomamente all’interno dell’officina e grazie alla libertà in termini di layout e alla semplicità di espansione può essere facilmente integrato in aree di produzione preesistenti.
PH-AGV 50
Il sistema PH-AGV 50 è concepito per pezzi fino a ø 840 × 500 mm e 600 kg.

PH-AGV 50 e Robo2Go Vision: soluzioni flessibili anche come retrofitting

Le innovazioni DMG MORI non mancano nemmeno nell’ambito della gestione pallet: alla seconda più grande fiera di macchine utensili al mondo, DMG MORI e Jungheinrich presentano il risultato della loro partnership di sviluppo di sistemi di trasporto senza conducente, già integrata in un primo prodotto. Si tratta del sistema di trasporto automatico PH-AGV 50 (Automated Guided Vehicle), che si muove autonomamente all’interno dell’officina garantendo una maggiore flessibilità dei processi produttivi e un’accessibilità illimitata alla macchina. Grazie alla libertà in termini di layout e alla semplicità di espansione, il sistema AGV può essere facilmente integrato in aree di produzione preesistenti. La versione PH-AGV 50 è concepita per pezzi fino a ø 840 × 500 mm e 600 kg. “Questa soluzione di automazione è sinonimo di massima flessibilità e accesso alle macchine, oltre che di percorsi liberamente programmabili per il dispositivo di handling”, spiega Cornelius Nöß, Amministratore delegato di DECKEL MAHO a Pfronten. La configurazione del magazzino pallet e delle stazioni di attrezzaggio è modulare. “In questo modo è possibile adattare sia il numero che la posizione alle esigenze specifiche dei clienti.” Il controllo e la gestione del sistema avvengono tramite il computer centrale LPS 4, che ottimizza tutte le fasi del processo produttivo.

Highlights di Robo2Go Vision

Robo2Go Vision
La nuova Robo2Go Vision è l’evoluzione dell’automazione robotizzata flessibile dotata ora di un innovativo sistema di videocamere.
  • Carico e scarico rapido dei pezzi grezzi e finiti per mezzo di carrello elevatore
  • Nessun impilaggio di materiali grazie all’utilizzo di pallet standard e carrelli
  • Nessuna necessità di vassoi specifici
  • Tempo di attrezzaggio ridotto grazie ad una maggiore capacità pezzi
  • Movimentazione di pezzi da ripresa con diametro 25-175 mm
  • Riconoscimento pezzi con videocamera 3D

DMG MORI Digital Twin: messa in servizio con un risparmio di tempo fino all’80%

Con l’ausilio del sistema DMG MORI Digital Twins - un’immagine digitale completa della macchina reale - DMG MORI permette di attivare virtualmente l’impianto su un PC. “I modelli digitali aggiornati in tempo reale consentono di simulare processi e operazioni ancor prima di essere installati dal cliente”, spiega Markus Rehm illustrandone il funzionamento. In questo modo si può risparmiare fino all’80% del tempo al momento della messa in servizio reale. “Il tutto con un notevole miglioramento della qualità.” Inoltre, con DMG MORI Digital Twin il cliente può preparare l’attrezzaggio di nuovi prodotti in tempo mascherato anche durante la produzione stessa, che viene così costantemente ottimizzata. “Questo esempio dimostra come, attraverso interfacce aperte, le nostre innovazioni in fatto di automazione siano sempre più correlate ai prodotti per la digitalizzazione. Il risultato per i clienti è un’unità totalmente connessa, che getta le basi per la produzione del futuro.”

DMG MORI Digital Twin
Alla messa in servizio delle soluzioni di automazione, il sistema DMG MORI Digital Twin permette di risparmiare fino all’80% del tempo.

Highlights: Digital Twin

  • Digital Twin come immagine cibernetica del sistema di automazione con controlli e interfacce virtuali
  • Risparmio di tempo e costi grazie all’ottimizzazione del prodotto nella fase di sviluppo
  • Messa in servizio fino all’80% più rapida grazie alla simulazione in tempo reale di tutti i processi e di tutte le operazioni
  • Completa connettività per l’integrazione verticale e orizzontale del sistema
  • Elevata sicurezza d’investimento grazie all’elaborazione offerte basata su Digital Twin

Contattate il nostro personale addetto alla stampa specializzata per tutte le informazioni riguardanti la DMG MORI.

DMG MORI utilizza cookies per assicurarVi la migliore navigazione sul nostro sito web.  Navigando sul nostro sito web si accetta l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla protezione dei datiCondizioni generali di contrattoImprintDichiarazione di esclusione di responsabilità / Condizioni di utilizzo